Se cerchi qualcosa disperatamente non la troverai. Perchè è il disperatamente che non funziona. La disperazione è un’addizione di contenuti negativi che concettualmente abbiamo radicati nella nostra mente…perchè rotolarsi nelle circostanze negative rendendole problemi è uno degli stati migliori in cui ama trovarsi il 90% degli essere umani.
Ma intorno a noi ci sono persone invece che cercano qualcosa con la forza e la determinazione che ha un amore deluso nel provare a ricostruire Casa. E non è facile portare avanti il moto dell’essere che vuole viaggiare a 300 km orari ma non ha una Ferrari, che vuole ridere ma non ci sono persone accanto a lui che portano gioia, che vuole andare al mare ma non ha le possibilità di recarsi. Ecco, non è facile che queste persone rimangano il 10 % degli esseri umani.
Non è facile che questa piccola percentuale di cuori rimanga tale e non si amalgami con gli altri, sani di mente in un mondo folle, che hanno paura di essere pazzi anche loro perchè così facendo vedrebbero la realtà dalla prospettiva fantastica di una terrazza d’estate incorniciata da fiori rosa profumati che inebriano l’aria tanto da farti chiudere gli occhi e immaginare di avere accanto la cosa più bella del mondo.
Se ci fosse la possibilità di rendere tutti pazzi non la userei. Perchè mi toglierei il piacere di sognare ad occhi aperti sul pulman che mi riporta a casa tutte le sere mentre intorno a me tutti urlano per la qualunque e si dimenano; perchè mi toglierei la soddisfazione di ridere quando tutti sono tristi e io non capisco la malinconia dov’è nemmeno nelle cose evidenti; perchè il sapore di una birra o una pizza che tutti mangiano intorno a me nello stesso posto per me è diverso perchè ogni morso me lo gusto immaginando di essere in un posto diverso dall’altro con persone diverse e possibilità diverse.
E la cosa straordinaria è che tutto ciò contagia. Non tutti, pochi ma buoni. E contagia a tal punto che quando vuoi essere normalmente noioso e sano le tue amiche, diventati esattamente il tuo specchio non te lo permettono. Perchè se tu sei sana come puoi comunicare con i pazzi?
E allora via alle faccine sceme per strada, via all’utilizzo di parole storpiate e dette ad alta voce con toni improponibili e non ricreabili nemmeno con il programma più avanzato col Mac; via ai balletti improvvisati nella metro, alle uscite che rischiano di non avere un domani perchè qualcuno potrebbe non tornare a casa, via ai discorsi macchiavellici che finiscono affogati in un caffè…perchè anche quello può diventare vodka se sei folle. E puoi anche ubriacarti di acqua se vuoi.
Ecco. Se riesci ad ubriacarti di acqua vuol dire che sei pronto a vivere in questo pazzo mondo da pazzo.
E allora ti diverti di più!

Liuni Erika